Cuore, Mente, Viaggi

Un’ emozione chiamata Asia: Singapore.

Vi è mai successo di perdervi dentro il ricordo di un atterraggio?

Sì, proprio l’esatto momento in cui arrivi in un luogo e inizi a sognare. Vi è mai successo di ripensare alle sensazioni provate in quel momento, ai colori, alle luci, ai pensieri di quell’istante?
Ecco. Ripensando al mio viaggio a Singapore io rivivo esattamente quell’ emozione. Il momento dell’arrivo🛬🤩.
E’ l’alba di un nuovo giorno (26 Gennaio 2020), dopo un lungo viaggio di 7 ore circa, dopo avere tentato invano di riposare un po’ (non lo faccio mai durante un viaggio, perché voglio godere di ogni singolo momento, per poter imprimere il più possibile e il più a lungo possibile, le sensazioni di stupore e meraviglia che provo osservando il mondo dal mio oblò preferito).

Dunque apro gli occhi, mentre ascolto attraverso le cuffie (date in dotazione da Singapore airlines) le note di una dolce melodia asiatica, e mi godo l’atterraggio. Mi volto verso il finestrino e inizia la magia. Vedo i colori di
un’alba meravigliosa farsi spazio sulla tavola di oceano, che appare ai miei occhi quasi come un dipinto. In lontananza scorgo l’arrivo di decine di navi mercantili che danno l’idea di infinito. E allora respiro e sorrido.
Sono altrove… sono in Asia!😍 Una sensazione di pace e gratitudine mi invade. Ed è proprio in quei momenti che ringrazi Dio per averti dato la possibilità di vedere tutto ciò, la possibilità di vivere un’esperienza
indescrivibile sin dall’arrivo. Oddio quell’arrivo! E’ impresso nella mia mente e nel mio cuore, come un tatuaggio indelebile.


Sapete qual è l’azione ripetuta più volte durante un viaggio?

Esatto! “Fotografare”. Adoro questo verbo, è un po’ come dire “conservare” un ricordo, “imprimere” un momento, renderlo ancora vivo nel presente.
Solitamente quando sono in viaggio (ma anche in altri momenti della mia vita) adoro immortalare quegli attimi che mi rendono viva e felice, con una fotocamera o con il cellulare; ma di questo non ho immagini di alta qualità perché, è vero, i momenti speciali e più belli della nostra vita li immortaliamo nel nostro cuore.
La manovra di atterraggio è ormai quasi completa, e allora realizzo di essere davvero lì. Un’altra avventura mi aspetta, un altro “giro di giostra” come avrebbe detto il nostro Terzani, un’altra implacabile gioia di
vivere. Mi esplode il cuore!

LA CITTA’ “VERDE”
Appena arrivi a Singapore c’è un colore che non puoi far a meno di notare, il VERDE! Si, perché dovete sapere che Singapore è considerata la città più “verde” dell’Asia. Tant’è vero, che è stato istituito un Ministero ad hoc per la cura del verde pubblico. Ma non è tutto! Infatti, si è anche conquistata un posto in classifica tra le città più GREEN del mondo. Già, perché oltre alla presenza di numerosi giardini (naturali e futuristici), spazi verdi dislocati in tutta la città, e intere aree dedicate ai fiori provenienti da tutto il mondo; gli edifici costruiti seguono particolari canoni affinchè venga rispettato l’ambiente, e i veicoli utilizzano sempre di più l’energia elettrica.
Qualcuno potrebbe pensare, ma come può una metropoli di questa portata, fatta di enormi grattacieli, strutture futuristiche e skyline ,avere un primato green? E’ proprio questo che sorprende! La compresenza
di artificiale e naturale, che qui si fonde in un’armonia unica.

LA CITTA’ DEL FUTURO INIZIA DAL SUO AEROPORTO.

Premesso che, Singapore è una di quelle città di “primo impatto”, o la odi o la ami. E se la ami lo fai profondamente, sin dal primo momento.
Il solo aeroporto basta per darti l’idea di quello che da li a poco avrai la fortuna di vedere. Infatti, il Changi Airport di Singapore (giudicato il primo del mondo, per l’ottavo anno consecutivo, nella classifica di Skytrax del 2020), può essere definito un vero e proprio gioiello di architettura e tecnologia.
Avete mai provato la sensazione di trovarvi nel futuro ma in un momento presente? Qui è possibile!
Varcarne la soglia, infatti, sarà come essere catapultati in una città del futuro. E’ uno dei più importanti aeroporti del Sud-Est Asiatico, e Singapore lo sa, tanto da vantarsi di questa importanza, creando sempre attrazioni
affascinanti che faranno vivere ai suoi passeggeri esperienze uniche, trasformandolo, così, da luogo di passaggio a luogo di piacere.
L’ultima attrazione, ad esempio, è stata inaugurata nell’aprile del 2019 : “The Jewel” . Una bellissima struttura architettonica (un’area grande quanto 33 campi da calcio) che si presta a shopping center dentro un vero e proprio parco naturale. I 280 negozi, infatti, sono immersi nella Forest Valley, una foresta rigogliosa, fatta di alberi, cespugli, fiori e piccoli ruscelli. Una vera chicca per gli amanti dello shopping e della natura! Ma, il Changi Airport , incanterà anche gli amanti dei social network, che si fermeranno
meravigliati davanti a un’incredibile cascata (il Rain Vortex) scattando foto che non necessitano di filtri.
Uno spettacolare vortice d’acqua , alto 40 metri e illuminato da coloratissimi giochi di luce.
All’interno di questo aeroporto, dunque, è impossibile annoiarsi! Al suo interno, infatti, si possono svolgere svariate attività come: assistere a spettacoli teatrali, lasciarsi affascinare da enormi schermi a Led ,fare
shopping, gustare cibo internazionale, godersi una delle tre Spa o un film in uno dei due cinema presenti, lanciarsi da uno scivolo alto 12 metri , fare un tuffo in piscina o fare un riposino nell’hotel interno tra un volo e l’altro. Insomma, con tutto quello che offre questo aeroporto, l’unico rischio sembra perdere il volo successivo!😅
Come dicevo nella premessa, la “Città del Leone” (così chiamata per via di quello che è diventato il suo simbolo per eccellenza: la creatura col corpo da sirena e testa da leone) se la ami, ti rapisce sin da subito.
Con i suoi colori, odori e la sua meravigliosa cultura. Ma tranquilli, se il vostro impatto sarà un po’ turbolento, avrete comunque modo di innamorarvene.

Godetevi ogni secondo in questa meravigliosa metropoli, Singapore è una città a mio avviso un po’ difficile da capire. Può entrarti dentro aggressiva come un uragano, oppure con lentezza e delicatezza. E’ come un sapore nuovo mai provato prima, ci confonde. Possiamo amarlo al volo oppure metterci qualche secondo. E per me è stato così, ho realizzato solo dopo averla lasciata, quanto mi sia piaciuta e quanto mi abbia insegnato.

Guardatela senza pregiudizi, senza paure; se vi aprirete a lei, vi saprà regalare momenti indimenticabili.

Se vi è piaciuto il mio articolo, condividetelo con i vostri amici 🥰 e commentate con le vostre esperienze di viaggio!

Qual è stato l’atterraggio che più vi ha fatto sognare? E la meta che più vi ha sorpreso?

E se volete organizzare un viaggio in questa affascinante meta, vi lascio una guida con l’itinerario che ho seguito io 😉👇

https://www.loreland.it/tour-consigliati-singapore/

Continuate a seguirmi per scoprire insieme altre esilaranti mete! 🤩✈🌍

With a lot of dreams.

Lorena.

Condividi l'articolo!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram

Lascia un commento